Articoli

Le Sitemap: Cosa sono? A cosa servono?

Le sitemap, o site map, o semplicemente mappa, è una pagina Web che elenca gerarchicamente tutte le pagine di un sito web. (Wikipedia – Sitemap)

Wikipedia non poteva dare una definizione migliore per le Sitemap, non una semplice pagina gerarchica nel tuo sito, ma un grande incentivo d’indicizzazione ai motori di ricerca.

Le Sitemap: Cosa sono? A cosa servono?

Come si creano le Sitemap?

1 – Utilizzando plugin

Se stai utilizzando dei CMS come WordPress un consiglio che posso darvi è utilizzare dei plugin che facciano tutto il lavoro al posto vostro.
Così facendo eliminereste il problema di gestione nell’inserimento manuale di ogni nuovo URL. Ma qual’è il plugin migliore?

NB: Se utilizzate altri plugin come Yoast SEO e riscontrate dei conflitti vi consiglio di passare al punto 2.

Google XML Sitemaps
Le Sitemap: Cosa sono? A cosa servono?

Forse il plugin dedicato alle Sitemap più scaricato con più di 2 milioni di download attivi è tra i più efficienti, in grado di creare le Sitemap in automatico e conformi agli standard indicizzabili da search engine come Google, Bing e ASK.com

Better WordPress Google XML Sitemaps
Le Sitemap: Cosa sono? A cosa servono?

Meno famoso del precedente, “soltanto” 100.000 download attivi, ma con un grande potenziale nascosto, infatti non si limita a creare una sitemap come tutti i plugin, ma crea un Sitemap Index contenente tutte le sitemaps figlie superando così lo scoglio dei 50.000 links massimi gestibili, molto utili per siti molto grandi.

Simple Sitemap
Le Sitemap: Cosa sono? A cosa servono?

Plugin semplice, intuitivo e veramente leggero. Ma attenzione, questo plugin non crea una sitemap XML da inviare a Google, ma una pagina HTML con la struttura gerarchica del sito web Human-readable, molto efficacie per attirare a se gli spider dei Motori di ricerca.

2 – Le Sitemap di Google


Google Search Console è un servizio gratuito offerto da Google che ti permette di monitorare il tuo sito web nelle ricerche del motore stesso, quindi anche di implementarlo creando in automatico una sitemap apposita.
Per implementare il tuo sito e di conseguenza creare la sitemap clicca qui.

3 – Creare la Sitemap manualmente

Sitemap.xml

Io vi sconsiglio vivamente di utilizzare questo terzo metodo ma ve lo espongo comunque qui di seguito

 

Le Sitemap: Cosa sono? A cosa servono?

Qui sotto vi allego una tabella che mostra  e descrive ogni tag presente qui sopra.

Le Sitemap: Cosa sono? A cosa servono?

Sitemapindex.xml

Come già detto in precedenza le sitemap hanno un limite di 50.000 links, proprio per questo nascono le Sitemap index e si costruiscono così:

Le Sitemap: Cosa sono? A cosa servono?

 

Introduzione alle tecniche SEO

SEO fondamentalmente è una serie di metodologie che rende più semplice per i motori di ricerca trovare, includere, categorizzare e dare un punteggio ai tuoi contenuti. – Lee Odden

Cos’è il SEO?

Il SEO(Search Engine Optimization) è l’insieme delle tecniche utilizzate utilizzate per migliorare il posizionamento, o ranking, di un sito web o di un contenuto online nei motori di ricerca.
Non tutti i motori di ricerca (Google, Yahoo, Bing, etc…) mostrano i risultati allo stesso modo, poiché utilizzano infatti algoritmi diversi per compiere questo lavoro. Sta quindi all’esperto SEO il compito di indicizzare al meglio il contenuto web adattandolo al meglio a tutti i search engine.

È ormai inutile quindi negare l’importanza di esso per i siti web ed il loro posizionamento, ma vediamo ora in maniera più pratica di cosa si tratta.

introduzione seo gervasio

Quali sono le tecniche più usate?

Qui vi mostrerò le cinque tecniche essenziali che ogni esperto SEO non può dimenticare, naturalmente ne esistono molte altre ma in questo articolo mi soffermerà ad introdurvene solo cinque.

1- Parole chiave (keywords)

Prima di creare qualsiasi contenuto online è molto importante avere bene le idee chiare su quale sia l’argomento trattato, poiché solo dopo il SEO potrà decidere le keywords, o parole chiave, più pertinenti ed efficaci. Durante una ricerca lo spider del motore di ricerca analizza tutti i siti, valorizzando maggiormente quelli che presentano keywords inerenti alla ricerca. Tutto ciò rende queste parole chiave la base di una buona indicizzazione nel web.

2- Ottimizzazione del testo

Molto importate per un contenuto online è la sua ottimizzazione alla ricerca. Questo compito viene affidato ai copywriter SEO, degli esperti in scrittura e correzione di articoli capaci di ottimizzare al meglio qualsiasi contenuto scritto.
Questo è un compito molto complicato, richiede tempo e molte abilità ma che alla lunga può a grandi risultati, un esempio concreto? il blogger Salvatore Aranzulla. Il suo semplice blog, con l’ausilio delle tecniche SEO e di molta costanza è riuscito a trasformarlo in un lavoro a tempo pieno. Questo dimostra le enormi potenzialità di possedere contenuti ottimizzati al meglio nel proprio sito web.

3- Link interni ed esterni

Molto ricercati dagli spider dei motori di ricerca sono i link interni (il mio sito web) ed esterni (pagina “chi siamo” di pc4you). In ogni articolo viene consigliato l’uso di entrambe le tipologie in modo da avere un re-indirizzamento ad altri siti con keywords simili e collegamenti interni al tuo stesso sito in modo che l’utente possa ritornare sempre a te.
Naturalmente, come per qualsiasi altro metodo, non bisogna abusarne. L’eccessività viene vista dai search engine sempre in malo modo e punita con una retrocessione nel ranking, quindi vi consiglio di fare molta attenzione e di consultare un esperto per evitare brutte sorprese.

4- Tag ALT alle immagini

Gli spider possono cercare solo testo e ciò discrimina le immagini all’interno di un sito. Ma proprio per questo è molto importante inserire un opportuno tag alt ad ogni immagine, in modo che esse aiutino in contenuto ad essere indicizzato. La presenza di immagini con una descrizione adeguata è importantissima, poiché aumenta non solo il posizionamento ma anche la leggibilità degli utenti; è infatti consigliato di tenere un equilibrio tra testo scritto ed immagini. Testi lunghi con scarse immagini e testi scarni con molte immagini sono soggetti a penalizzazioni da parte dei motori di ricerca.

5- Condivisione sui social

Questo più che una tecnica SEO è un consiglio che vi do. La pubblicazione di articoli e la loro condivisione sui social come Facebook, Twitter, Linkedin e molti altri, incrementa il flusso di lettori ed utenti sul tuo sito. La condivisione sui social unito ad un’aggiornamento costante dei contenuti, possono portare a grandi risultati in poco tempo e ad un incremento notevole dei lettori nei tuoi articoli.

introduzione seo gervasio

Conclusioni

Concludo dicendovi che queste sono solo alcune delle tecniche SEO e che dopo aver eletto questo articolo non siete diventati degli esperti nel settore, vi mancano ancora molti studi e tanta esperienza, ma siete comunque sulla buona strada. Vi consiglio comunque di contattare SEO esperti per evitare lavori inutili e poco efficaci, che potrebbero addirittura peggiorare il vostro sito web.